Territorio di competenza.

 

L’Associazione opera attualmente nei Comuni di Vittorio Veneto (8160 ha), Fregona (4250 ha), Cappella Maggiore (1110 ha), Sarmede (1710 ha) e Cordignano (2620 ha), presidiando quindi oltre 18.000 ettari di territorio, in prevalenza collinare e montano.

 

JavaScript must be enabled in order for you to use Google Maps.
However, it seems JavaScript is either disabled or not supported by your browser.
To view Google Maps, enable JavaScript by changing your browser options, and then try again.

Territorio di compentenza dell'associazione

 

Va ricordato che la zona in cui opera l’AVAB è un’area di non facile controllo, se si tiene conto della presenza e della notevole estensione di prati e di pascoli abbandonati, da tempo non sfalciati e non più soggetti a monticazione. 

Pericolosissima la presenza della “lopa” (l’erba che non venendo sfalciata rimane sul prato anche negli anni successivi, raggiungendo notevole altezza), alimentatrice dell’incendio con la potenza pari a quella di un liquido combustibile.

Un’area, oltretutto, contraddistinta da una grande escursione altimetrica (si va dall’altezza media della città di Vittorio Veneto ( m.140 s.l.m.) a quella dei crinali montani delle Prealpi (Col Visentin m. 1766 s.l.m., Monte Pizzoc m.1571 s.l.m.).

Nella zona il rischio degli incendi boschivi è inoltre accentuato da una ventosità che si presenta più intensa proprio nei mesi di maggiore aridità, quando, ad inizio primavera, la vegetazione deve ancora riprendersi dal riposo invernale.

Solo il versante del Cansiglio, pur con la vastità dei suoi boschi, non presenta problemi, grazie alle particolari condizioni climatico-vegetazionali caratterizzate da una intensa umidità.

Oltre ad assicurare la prevenzione, la sorveglianza ed il pronto intervento all’interno del comprensorio vittoriese, spesse volte i Volontari dell’ A.V.A.B. sono chiamati ad intervenire anche al di fuori del territorio di propria competenza, (come è avvenuto anche di recente per lo spegnimento di incendi sul passo del San Boldo, sui Colli Euganei e in Cadore, o per partecipare alle campagne estive antincendi (in Liguria, nel 2001 e nel 2002, con base a Calice Ligure, in provincia di Savona e, per ultimo, a Rosolina Mare, in provincia di Rovigo), sempre su richiesta del Servizio Antincendi Boschivi della Regione Veneto.

 

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 23 Novembre 2018 21:13