Cosa fare in caso di incendio boschivo?

 

La celerità di intervento è fondamentale per impedire che un piccolo focolaio si trasformi in un incendio di vaste proporzioni: infatti, superata una certa massa critica di materiale in fiamme, lo spegnimento si presenta assai problematico e talora, purtroppo, quando le fiamme si sono già propagate alle chiome degli alberi, non rimane altra possibilità se non quella di contenere i danni, cercando di limitare l’ulteriore espandersi del fuoco.

Se avvistate un incendio, non esitate quindi a segnalarlo tempestivamente, anche nel dubbio che altri possano già averlo fatto.

Fiamme e fuoco nel bosco

È preferibile una segnalazione ripetuta, piuttosto che un ritardato allarme.

Telefonate subito ad uno dei seguenti numeri:

  • 115 (il n° di pronto intervento dei Vigili del Fuoco);
  • 112 (il n° di pronto intervento dell’Arma dei Carabinieri);
  • 113 (il n° di pronto intervento della Polizia di Stato).

Al telefono, mantenete la calma e fornite all’operatore tutte le informazioni necessarie per localizzare la zona dell’incendio (il Comune, la località, la strada in cui ci si trova, alcuni punti salienti di riferimento, etc.).

Se possibile cercate di dare anche qualche informazione sulla estensione dell’incendio, sul tipo di vegetazione interessata (una scarpata stradale, un prato, dei cespugli, degli alberi isolati, un bosco), sull’aspetto del fumo (nero o biancastro) e sulla direzione ed intensità del vento.

Per la vostra sicurezza, se non siete addestrati ed equipaggiati in modo idoneo, non affrontate le fiamme nel tentativo di spegnere in qualche modo l’incendio, ma evitate di avvicinarvi e rimanete a distanza di sicurezza.

All’arrivo delle squadre antincendio, se siete pratici della zona, cercate di indicare le strade o i sentieri di avvicinamento e le più vicine fonti di approvvigionamento idrico.

Evitate di ostacolare le operazioni (ostruendo la viabilità o rallentando il passaggio dei mezzi antincendio) e non disturbate inutilmente il personale addetto allo spegnimento.

Se transitate con la vostra auto nei pressi di una zona interessata da un incendio per il quale siano già in corso le operazioni di spegnimento, evitate di arrestarvi improvvisamente, ma rallentate la velocità e proseguite senza fermarvi: l’incendio non è uno spettacolo! E poi, con rallentamenti improvvisi, sosta sulla sede stradale e distrazione dalla guida, rischiereste di causare incidenti stradali (tutt’altro che infrequenti nelle circostanze di un incendio a ridosso delle vie di comunicazione).

Se siete coinvolti in un incendio di vegetazione, non fatevi prendere dal panico, ma cercate di valutare la situazione; individuate una via di fuga sicura (ad esempio una strada, oppure un corso d’acqua), o cercate di portarvi dove il fuoco è già passato.

Se non vi sono diverse possibilità, attraversate l’incendio dove il fuoco è meno intenso per passare dalla parte già bruciata.

Se vi è preclusa ogni via di fuga, stendetevi a terra dove c’è dell’erba verde (che è meno infiammabile); se possibile cospargete i vestiti con acqua o ricopritevi di terra.

Per respirare in mezzo al fumo, utilizzate un panno inumidito davanti al naso ed alla bocca.

Se siete all’interno di un’autovettura, non abbandonatela se non siete certi delle vie di fuga; chiudete finestrini e prese d’aria e segnalate la vostra presenza ai soccorritori suonando il clacson e facendo lampeggiare i fari.

Se vi trovate all’interno di un’abitazione completamente circondata dalla vegetazione in fiamme, non uscite all’aperto se non siete certi di una via di fuga, sigillate con panni bagnati porte e finestre ed avvertite i soccorritori della vostra presenza.

 

 

Ultimo aggiornamento Domenica 14 Aprile 2019 07:38